I Pesci Unicorno

Share
Rates: 4

Pesci Unicorno intotheblue.it

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae - intotheblue.it

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae – intotheblue.it

Il Pesce Unicorno Bruno (Naso brevirostris) è un pesce di acqua salata, appartenente alla famiglia degli Acanturidi.

Questa specie è diffusa lungo tutte le coste dell’oceano indiano e del pacifico lo si trova dalle coste del Kenya fino alle isole Pitcairn, alle Maldive, alle Hawaii ed è stato trovato anche nelle Galapagos, ma la maggior parte della popolazione si concentra attorno alle coste della Nuova Guinea. Vive nelle barriere coralline e in profondità su un substrato di roccia, lo si è trovato fino a 120 metri di profondità

Naso brevirostris ha un corpo ovaliforme, esso è caratterizzato da una livrea marroncina talvolta azzurrina o biancastra non uniforme con piccole macchie più scure puntiformi; ha anche una banda azzurro acceso che parte dalle branchie e arriva quasi fino a metà corpo, sulla testa presenta come tutti i pesci Naso una protuberanza molto accentuata e appuntita. Come tutti gli Acanturidi presenta sul peduncolo caudale una protuberanza estendibile affilata come un bisturi che viene usata dal pesce per difendersi dai predatori.

Naso brevirostris è un pesce molto grande che può arrivare anche a 35 centimetri di lunghezza, nella specie è presente il dimorfismo sessuale infatti i maschi presentano un “bisturi” sul peduncolo caudale più grande e affilato. Pesci Unicorno intotheblue.it

(tratto da Wikipedia)

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae - intotheblue.it

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae – intotheblue.it

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae - intotheblue.it

Unicornfishes Pesce unicorno Acanthuridae – intotheblue.it

Nell’immaginario collettivo e non solo, le barriere coralline rappresentano un mondo sommerso variopinto e altamente ricco in biodiversità. Le caratteristiche uniche dell’habitat che si crea a ridosso dei reefs sono dovute alla presenza dei coralli stessi che offrono riparo e protezione a migliaia di specie di pesci, crostacei, molluschi ed echinodermi.

Sono oltre 4.000 le specie di pesci che abitano le barriere coralline. Le ragioni di questa diversità sono ancora oggetto di approfondimento  degli scienziati. Le barriere coralline sane possono produrre fino a 35 tonnellate di pesce per chilometro quadrato ogni anno e quindi sono una importante risorsa, da non sfruttare in modo eccessivo come sta avvenendo, per l’alimentazione umana in particolare per quei popoli che le abitano; è chiaro barriere danneggiate ne producono molto meno.

Informazioni sull'autore / About the author:
Stefano ha scritto / wrote 77 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 08/06/2018