Scorfano Rosso - Scorpaena scrofa

Share
Rates: 10

Filmare e fotografare lo Scorfano rosso (Scorpaena scrofa) è sempre una bella soddisfazione, questa specie infatti sembra il soggetto perfetto del fotografo subacqueo, nonostante la vicinanza del sub, confida talmente tanto nel suo mimetismo da lasciarsi avvicinare tantissimo. Red Scorpionfish Scorpaena scrofa Scorfano Rosso intotheblue.it

Scorfano Rosso Red Scorpionfish Scorpaena scrofa intotheblue.it

Scorfano Rosso Red Scorpionfish Scorpaena scrofa intotheblue.it

Il problema è che per filmarlo bisogna prima trovarlo! In questo caso ci sono venute in aiuto le luci montate sulla telecamera che hanno risaltato i suoi colori rosso, arancio e giallo; nascosti dalla profondità del blu.

Siamo su un fondale di circa 39/42 metri di profondità, dove la luce solare è profondamente filtrata per cui alcune frequenze vengono proprio bloccate e quindi è possibile vedere tutti i colori del fondale e delle varie specie marine soltanto grazie a potenti luci artificiali.

In questo video si vede anche la velocità di reazione di questo pesce, statuario e immobile sembra quasi che si riesca a toccare, in realtà lo Scorfano è sempre vigile e non appena decide che l’intruso abbia invaso la sua prossemica si mette in sicurezza con uno scatto velocissimo che queste nuove formidabili action-cam riescono a cogliere rallentando il filmato anche fino a dieci volte.

Scorfano Rosso Red Scorpionfish Scorpaena scrofa intotheblue.it

Scorfano Rosso Red Scorpionfish Scorpaena scrofa intotheblue.it

Lo Scorfano (Scorpaena scrofa Linnaeus, 1758), conosciuto maggiormente come Scorfano rosso, è un pesce della famiglia degli Scorpaenidae.

Distribuzione e habitat
È diffuso nell’Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche, al Marocco, nelle Canarie, nelle Azzorre e nel Mar Mediterraneo.
Vive su fondi duri, rocciosi o a coralligeno, di solito ad una profondità superiore ai 20 m (fino ad oltre 200 m) anche se i giovani possono essere incontrati in acque più basse. Ha una predilezione per le secche scogliose che si elevano da un fondo fangoso, ma lo si trova anche in ambienti di scogliera d’ogni tipo e su fondi mobili costituiti da sabbia, fango e detrito. Il suo habitat è molto vario e le sue abitudini estremamente territoriali, al punto che è possibile immergersi ed osservare gli stessi esemplari per anni nello stesso posto, eletto a dimora e nello stesso tempo ad areale di caccia.

This slideshow requires JavaScript.

Informazioni sull'autore / About the author:
Andrea Cirivasi Andrea Cirivasi ha scritto / wrote 168 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 01/04/2021