Spirografo - Sabella spallanzanii

Share
Rates: 11

Lo spirografo è uno degli organismi più facili da incontrare durante un’ immersione o più semplicemente quando si va sott’acqua a qualsiasi profondità. Tuttavia è quasi impossibile non fermarsi ad ammirarlo cercando di osservarlo per più tempo possibile perché sappiamo benissimo che di lì a qualche secondo sparirà nel suo tubo alla vista del subacqueo o di eventuali predatori.

Stavolta però lo Spirografo non è sparito nonostante i rumori e le vibrazioni che l’ emissione delle bolle formano e che sono praticamente impossibili da evitare in un immersione con autorespiratore con l’aria. Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Siamo riusciti a filmarlo in tutta calma girandogli persino attorno e come si vede dal video e dalle foto, questo spirografo si è lasciato fotografare e filmare in tutta la sua bellezza ed i suoi colori anche da una distanza piuttosto ravvicinata.

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Sabella spallanzanii è una specie di vermi policheti marini della famiglia Sabellidae. I nomi comuni includono il verme a ventaglio mediterraneo, il verme del piumino, il verme del ventaglio europeo e il verme delle matite. È originario delle acque poco profonde dell’Oceano Atlantico nord-orientale e del Mar Mediterraneo. Si è diffuso in varie altre parti del mondo ed è incluso nel Global Invasive Species Database.

Il nome specifico ricorda il biologo settecentesco Lazzaro Spallanzani.

Descrizione

Gli spirografi europei sono una specie invasiva nelle acque australiane. Sabella spallanzanii cresce fino a una lunghezza totale di 9-40 cm (da 4 a 16 pollici) e di solito questi vermi policheti sono più grandi in acque profonde. Hanno tubi rigidi e sabbiosi formati da muco indurito secreto dal verme che sporgono dalla sabbia e una corona a due strati di tentacoli nutritivi che possono essere retratti nel tubo. Uno degli strati forma una spirale distinta. Il colore dei tentacoli è variabile ma solitamente sono fasciati in arancione, viola e bianco oppure possono essere di un grigio chiaro uniforme. Vari organismi epifiti si insediano e crescono sui tubi che possono essere piuttosto rugosi in prossimità delle loro basi.

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Distribuzione e habitat
Sabella spallanzanii è originario dell’Oceano Atlantico nord-orientale, del Mare del Nord e del Mar Mediterraneo. Il suo areale si estende dal Regno Unito e dall’Irlanda, passando per Francia, Spagna e Portogallo, fino a Italia, Grecia e Turchia. È anche conosciuto dal Sud America e dalla costa sudafricana del Namaqualand fino a Port Elizabeth. È apparso per la prima volta nell’Australia occidentale nel 1965 e da allora si è diffuso in altre parti dell’Australia meridionale ed è stato avvistato per la prima volta nel Nuovo Galles del Sud nel 1996. È considerato una specie invasiva in Australia.

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

È apparso per la prima volta in Nuova Zelanda nel 2010 ed è considerato un parassita.

Si trova a profondità fino a 30 m (98 piedi) e si trova in acque ricche di sostanze nutritive in luoghi riparati dove non ci sono forti correnti e poca azione delle onde. Cresce su sedimenti molli o si ancora a rocce, conchiglie di molluschi, moli, pontili o altre superfici solide; può crescere sugli scafi delle barche ormeggiate.

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Biologia
Lo Spirografo è un filtratore e si nutre di batteri, zooplancton, fitoplancton e particelle sospese di materia organica. I singoli vermi sono maschi o femmine e liberano i gameti in mare. Una femmina grande può produrre fino a 50.000 uova durante la stagione riproduttiva. Le larve sono planctoniche e si depositano sul fondo del mare dopo circa due settimane, la metamorfosi avviene una decina di giorni dopo.

Invasività
Lo Spirografo europeo è un organismo piuttosto di successo le cui larve possono facilmente disperdersi. Come specie invasiva e filtratrice, compete con le specie autoctone e con le ostriche e le cozze allevate per il cibo. La sua presenza in un’area può alterare i flussi d’acqua e la sedimentazione. Nelle praterie di posidonia può crescere e appesantire le lame delle foglie. 

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Fanworm Spirografo Sabella spallanzanii intotheblue.it

Uso
Lo Spirografo è in grado di bioaccumulare i batteri e ha un profondo effetto sull’ambiente batterico marino. I microbi si accumulano nel verme e sono presenti in concentrazioni molto più elevate nei suoi tessuti rispetto all’acqua circostante e questo significa che il verme può essere utilizzato come bioindicatore. È efficiente nel filtrare Vibrio spp. batteri che sono patogeni per pesci e crostacei e possono causare malattie di origine alimentare nell’uomo. Può anche essere potenzialmente utilizzato per la bonifica di acque inquinate in prossimità di scarichi fognari.

https://it.wikipedia.org/wiki/Sabella_spallanzanii

https://en.wikipedia.org/wiki/Sabella_spallanzanii

 

Gallery

This slideshow requires JavaScript.

Informazioni sull'autore / About the author:
netartstudio netartstudio ha scritto / wrote 23 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 11/12/2021
%d bloggers like this: