Mnemiopsis leidyi - Noce di Mare

Share
Rates: 12

Anche quest’ anno abbiamo incontrato la Mnemiopsis leidyi (Warty comb jelly – Sea walnut) o Noce di Mare. Fortunatamente ne abbiamo viste in pochi esemplari per cui almeno per ora non c’è stata l’invasione di Mnemiopsis leidyi a cui abbiamo assistito qualche anno fa.

Warty comb jelly Sea walnut Noce di Mare Mnemiopsis leidyi - intotheblue.it

Warty comb jelly Sea walnut Noce di Mare Mnemiopsis leidyi – intotheblue.it

Ricordiamo che la Mnemiopsis leidyi è una delle tante specie aliene del Mar Mediterraneo e che non è una medusa!

La Mnemiopsis leidyi è uno ctenoforo appartenente alla famiglia Bolinopsidae, viene scambiata da molti per una medusa a causa della sua conformazione e della sua trasperenza, ma in realtà è un animale carnivoro che si nutre di zooplancton, tra cui anche i crostacei ed altri ctenofori, oltre a larve ed uova di pesce.

La sua eccessiva proliferazione mette in evidenza un mare che in quel tratto di costa è sicuramente “malato” infatti la Mnemiopsis leidyi si sviluppa in ambienti degradati, in questo caso dall’anomalo riscaldamento marino, ma può tranquillamente svilupparsi in ambienti eutrofizzati a causa dell’eccessivo uso di fertilizzanti e pesticidi in agricoltura che poi si riversano in mare oppure in acque povere di ossigeno a causa delle attività umane o addirittura in acque salmastre quali quelle degli estuari dei fiumi.

Warty comb jelly Sea walnut Noce di Mare Mnemiopsis leidyi - intotheblue.it

Sea walnut Noce di Mare Mnemiopsis leidyi – intotheblue.it

La Mnemiopsis leidyi è da considerarsi una specie aliena. La noce di mare (Mnemiopsis leidyi A. Agassiz, 1865) è uno ctenoforo appartenente alla famiglia Bolinopsidae. È una specie originaria dell’Atlantico introdotta con l’acqua di zavorra delle navi cisterna nel Mar Nero, nel Baltico e nel Caspio. Con il tempo ha colonizzato anche altri mari fino a raggiungere tutto il Mar Mediterraneo.

La Mnemiopsis è stata inserita nell’elenco delle 100 tra le specie invasive più dannose al mondo.

I danni sono dovuti alla sua prolificità e al suo regime alimentare a base di zooplancton. Si è calcolato, ad esempio, che la sua presenza è all’origine del calo dell’80% del zooplancton del mar Caspio. Forti ripercussioni sull’ambiente e sull’economia ha avuto la sua introduzione nel mar Nero.

In altri mari il suo impatto è stato importante, anche se minore, probabilmente a causa della presenza di predatori o di altri planctofagi. La dannosità deriva dalle conseguenze del suo sviluppo (si adatta molto facilmente ai nuovi ambienti, sopportando ampie variazioni di temperatura), poiché la diminuzione di zooplancton riduce direttamente o indirettamente le popolazioni ittiche locali.

https://it.wikipedia.org/wiki/Mnemiopsis_leidyi

https://en.wikipedia.org/wiki/Mnemiopsis

Gallery

This slideshow requires JavaScript.

Informazioni sull'autore / About the author:
netartstudio netartstudio ha scritto / wrote 43 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 12/11/2022
%d bloggers like this: