Cinto di venere - Cestus veneris

La cintura di Venere o cinto di Venere (Cestum veneris Lesueur, 1813) è una specie appartenente al phylum Ctenophora, unica specie del genere Cestum. cintura cinto di Venere Cestum veneris intotheblue.it Cestus veneris Venus girdle Cinto di venere intotheblue.it

Cestus veneris - Venus girdle - Cinto di venere - www.intotheblue.it

Dalle informazioni che abbiamo trovato sembra che sia comune in tutti i mari e gli oceani. Noi lo incontriamo raramente, forse perchè non è proprio così diffuso nel Mar Mediterraneo, o forse perchè raramente ci si immerge nel mese di marzo, quando l’acqua è piuttosto fredda e la vita marina è abbastanza ferma escluse alcune specie che sembrano prosperare in questo periodo come appunto il Cestum veneris.

Cestus veneris - Venus girdle - Cinto di venere - www.intotheblue.it

Cestus veneris – Venus girdle – Cinto di venere – www.intotheblue.it

Come si vede nel video ne abbiamo incontrati molti esemplari, alcuni delle dimensioni di pochi centimetri, altri lunghi fino ad un metro ed in alcuni casi sembravano aggregarsi in colonie di alcuni esemplari. Come altri ctenofori es: la Noce di Mare – Mnemiopsis leidyi, quando lo si incontra si assiste ad una vera e propria esplosione di esemplari e presenta una forma di bioluminescenza anche se appena percettibile, se stimolato al contatto reagisce ondulandosi per alcuni secondi.

Ctenofora - Cestus veneris - Venus girdle - Cinto di venere - www.intotheblue.it

Ctenofora – Cestus veneris – Venus girdle – Cinto di venere – www.intotheblue.it

Descrizione
Ha forma appiattita, è trasparente, e l’apparato boccale è posizionato al centro del corpo, che misura a volte più di un metro di lunghezza. Se disturbato, i canali che si sviluppano lungo il corpo emettono luce bioluminescente.

Distribuzione e habitat
Il cinto di Venere è diffuso praticamente in tutti i mari: il Golfo del Messico, il Mediterraneo, il Pacifico meridionale e l’Atlantico.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cestum_veneris

Ctenofora - Cestus veneris - Venus girdle - Cinto di venere - www.intotheblue.it

Ctenofora – Cestus veneris – Cinto di venere – www.intotheblue.it

Il cinto di venere appartiene appunto al philum degli Ctenofori che raggruppa organismi trasparenti e gelatinosi, tipicamente pelagici, il cui corpo è percorso da costole lungo le quali notiamo una serie di ciglia vibranti. Le ciglia sono disposte a pettine e da qui deriva il nome che equivale a “portatori di pettini”. Nei tentacoli o nei piccoli pettini, le cellule non sono urticanti ma adesive, e sono appunto queste cellule adesive dette “colloblasti” a catturare lo zooplancton di cui questi organismi si nutrono.
I piccoli pettini di cui sopra sono inoltre in grado di produrre particolari iridescenze.
Il loro corpo, alla pari delle meduse, è fatto quasi interamente di acqua. Alla pari dei celenterati gli organi della digestione sono contenuti in una grande cavità interna e la bocca è collocata all’estremità del corpo. Gli individui sono tutti ermafroditi con simultanea produzione di uova e spermi.

Cestus veneris – Cinto di venere

Gallery

This slideshow requires JavaScript.

 

Ctenofora – Cestus veneris – Cinto di venere

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: