Il Pesce Pietra

Share
Rates: 4

Durante una immersione nella barriera corallina di Sharm El Sheikh ho incontrato il Pesce Pietra ormai diventato piuttosto raro e difficile da trovare. Sono stato fortunato, e quindi ho approfittato per realizzare questo breve video. Come vedete si trovava nella sua tana in attesa di poter catturare qualche preda di passaggio approfittando della sua grande capacità mimetica. Pesce Pietra Synanceia Verrucosa Reef Stonefish intotheblue.it

Il Pesce Pietra, Synanceia verrucosa, è un pesce d’acqua salata appartenente all’ordine Scorpaeniformes, alla famiglia Synaceiidae.  È il pesce più velenoso al mondo e può risultare letale per l’uomo. Questa specie è diffusa nel Mar Rosso e nell’Indo-Pacifico (dall’Africa orientale alla Polinesia francese, dal Giappone meridionale all’Australia  nord-orientale). Abita le acque poco profonde, fino ad un massimo di 30 metri di profondità, delle barriere coralline.

Il pesce pietra presenta un corpo tozzo, con teste e bocca molto grandi, peduncolo caudale più stretto. Le pinne sono grosse, tozze e arrotondate, rette da raggi spessi. Gli aculei che reggono la pinna dorsale, da 12 a 14, sono collegati a ghiandole velenifere che secernono un potente veleno. Alcuni esemplari hanno anche i raggi delle pinne pettorali velenosi. Il corpo è completamente ricoperto di escrescenze carnose e callose e altre simili a piccole alghe, dando a questa specie l’aspetto di una roccia incrostata di alghe e coralli. La livrea varia dal rosso-rosa al bruno scuro, talvolta anche al bluastro.
Raggiunge una lunghezza di 40 cm. Sessualmente maturo alla lunghezza di 24 cm circa.

È il veleno ittico più potente, il pesce pietra secerne un veleno lattiginoso che viene usato solamente a scopo difensivo: gli aculei infatti fanno fuoriuscire il veleno soltanto per pressione diretta, che avviene nel caso in cui un malaugurato predatore decida di cibarsi del pesce o un bagnante o un sub tocchino direttamente il pesce. Il veleno è una cardiotossina che produce un forte dolore e gonfiore alla zona d’iniezione, che si estende in tutto il corpo e provoca in seguito tachicardia. Se non curata, la puntura è letale. Il veleno è termolabile,  quindi in caso di puntura la prima cosa da fare è immergere la parte colpita in acqua molto calda, in attesa che un medico somministri l’antidoto al veleno. Nei luoghi d’origine non è raro lo spiacevole incontro con questa specie. Viene consumato in alcuni ristoranti in Giappone (facile vederlo nei mercati ittici o semplicemente da pescivendoli), e come specialità nei ristoranti di Hong Kong. Pesce Pietra Synanceia Verrucosa Reef Stonefish intotheblue.it

A causa del suo potente veleno è molto conosciuto dalla popolazione, pertanto è spesso ospite in acquari pubblici. Non sembra esistere un commercio per acquari privati, se non in rarissimi casi di allevatori appassionati.

(tratto da Wikipedia)

Informazioni sull'autore / About the author:
Stefano ha scritto / wrote 53 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 18/10/2019
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
YouTube
Pinterest
Email
RSS