Tracina Ragno - Trachinus araneus

Share
Rates: 9
Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Incontro fortuito e casuale fatto nei fondali della splendida spiaggia di Scivu in Sardegna. La Tracina Ragno, Trachinus araneus, è un pesce della famiglia Trachinidae, che comprende 9 specie di pesci d’acqua salata conosciuti comunemente come tracine o pesci ragno, appartenenti all’ordine PerciformesTracina Ragno Trachinus araneus Spotted weever intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus Spotted weever Scivu Sardegna Sardinia intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus Spotted weever Scivu Sardegna Sardinia intotheblue.it

La Tracina Ragno è presente nel mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico tra il Portogallo e l’Africa del sud. È la tracina meno comune nei mari italiani. Vive su fondi sabbiosi tra 5 e 100 metri. Come il Trachinus draco questa specie risulta particolarmente aggressiva ed è frequente anche l’attacco verso i subacquei.

Questi pesci sono dotati di aculei velenosi sul dorso, che utilizzano a scopo difensivo. Non è raro per gli esseri umani venire a contatto con questi pesci, sia sulle spiagge sia durante la pesca.
Il dolore è molto forte, un bruciore profondo che si irradia dalla ferita lungo tutto l’arto, raramente arrivando fino all’inguine o all’ascella (a seconda dell’arto colpito), raggiungendo il suo massimo dopo 30-45 minuti dalla puntura e perdurando a volte per 24 ore, con strascichi di formicolii e insensibilità.

Tracina Ragno intotheblue.it

Tracina Ragno Aculei veleniferi intotheblue.it

Nonostante il fortissimo dolore (si dice che i pescatori che si pungevano in antichità venissero legati per evitare che si uccidessero buttandosi a mare), il veleno non è pericoloso per l’uomo e tutto si risolve in fretta. Piuttosto spesso, però, per lo shock doloroso, l’organismo reagisce con nausea, vomito, tremori, svenimenti e giramenti di testa. Sono necessarie profilassi antidolorifica e antitetanica.

La puntura della tracina è molto velenosa, e non va toccata con nessuna parte del corpo perché provoca in qualche ora terribili irritazioni e dolori crescenti che si propagano per tutto il corpo. È anche pericolosa per i cardiopatici, ci sono casi di puntura e morte per arresto cardiaco.

https://it.wikipedia.org/wiki/Trachinus_araneus

https://en.wikipedia.org/wiki/Spotted_weever

https://en.wikipedia.org/wiki/Spotted_weever

Tracina Ragno Trachinus araneus Spotted weever intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus Spotted weever intotheblue.it

In questo caso la tracina si è limitata a far vedere le sue armi difensive, inarcando le spine superiori dotate di aculei veleniferi a scopo preventivo. I segnali sono piuttosto evidenti e come si vede nel video, appena percepita una possibile minaccia la Tracina mostra le sue armi senza nessun accenno di fuga consapevole del suo potenziale.

Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Le tracine sono note da tempo; il termine latino Trachinus deriva dal greco traknus e significa ‘pungente’. In lingua inglese sono note come weever, una corruzione di wyvern che significa vipera. Nonostante questo, il loro veleno è ancora poco noto.
Le molecole tossiche sono senza dubbio di natura proteica e, tra queste, la più nota è la dracotossina. Si tratta di una molecola molto instabile e necessita di particolari accorgimenti per essere studiata.
Nel mix velenifero sono presenti anche la serotonina e l’istamina, e scatenano il panico che subentra immediatamente dopo essere stati punti. Presente anche un polisaccaride tossico. Esiste anche un siero antiveleno ma ad oggi è stato sperimentato solo in una dozzina di casi.

http://www.biologiamarina.eu/Tracine.html

Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Tracina Ragno Trachinus araneus intotheblue.it

Informazioni sull'autore / About the author:
Andrea Cirivasi Andrea Cirivasi ha scritto / wrote 91 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 10/08/2019
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
YouTube
Pinterest
Email
RSS