Bavosa mediterranea - Parablennius incognitus

La bavosa mediterranea (Parablennius incognitus) è un pesce di mare appartenente alla Famiglia BlenniidaeBavosa mediterranea Parablennius incognitus Blenniidae intotheblue.it

Distribuzione e habitat
È una specie endemica del mar Mediterraneo. La sua presenza nel mar Nero è da accertarsi.

Vive in acque bassissime, spesso in zone esposte alla furia delle onde, su fondi scogliosi ricchi di vegetazione.

Descrizione
Simile a Parablennius zvonimiri. I tentacoli sopraorbitari sono costituiti di un filamento più lungo anteriore dalla cui parte posteriore si dipartono 4 o 5 ramificazioni; questi tentacoli sono molto più lunghi nel maschio. Il tentacolo nasale (solo sulla narice anteriore) ha due filamenti. Per il resto un tipico blennide, la pinna dorsale ha una modesta intaccatura centrale.

La livrea, pur variabile come in quasi tutti i blennidi ha alcune caratteristiche specifiche:

macchie scure a forma dei clessidra bordate da linee azzurre sui fianchi
una stria obliqua scura sulla guancia sopra la quale ce n’è una più chiara.
I maschi in amore presentano colori vivaci, gialli o arancioni.

Riproduzione
Similmente agli altri blennidi il maschio cura le uova che vengono deposte in una tana. Bavosa mediterranea Parablennius incognitus Blenniidae intotheblue.it

Alimentazione
Soprattutto basata su Crostacei, principalmente Cirripedi.

https://it.wikipedia.org/wiki/Parablennius_incognitus

 

I Blenniidae hanno corpo allungato e muso arrotondato o tronco, con fronte quasi verticale. Tratti caratteristici della famiglia sono le creste e i lobi cutanei disposti sulla testa (tentacoli nasali, sopraorbitali e nucali), che rivestono grande importanza per la tassonomia di generi e specie. Gli occhi sono vicini al profilo dorsale del capo, spesso sporgenti. Il corpo è privo di scaglie ma è coperto di un muco viscido. I denti sono numerosi, robusti, di solito piccoli anche se alcune specie hanno grosse zanne caniniformi In alcune specie del genere Meiacanthus queste zanne sono scanalate e collegate a ghiandole velenifere. La vescica natatoria non è mai presente negli adulti. La linea laterale può essere completa o arrestarsi poco oltre la testa. I raggi spiniformi e molli delle pinne non sono facilmente distinguibili perché i primi sono morbidi e i secondi non sono mai divisi. La pinna dorsale è lunga, composta per metà da raggi spinosi morbidi e metà da raggi molli; di solito è di altezza omogenea ma in alcune specie può avere un’incisione mediana e le due parti possono essere di altezza e forma diverse. La pinna anale è lunga, ha due raggi spinosi e altezza uniforme. La pinna caudale non è mai biloba. Le pinne ventrali sono inserite in posizione giugulare, sono ridotte con un raggio spinoso brevissimo e da 1 a 3 raggi molli; in due generi sono assenti. Le pinne pettorali sono ampie.

 

La Bavosa Mediterranea

Leave a Reply

Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
YouTube
Pinterest
Email
RSS