Nosy Be - Madagascar - Tridacna Gigas II

Share
Rates: 3

La tridacna gigante (Tridacna gigas) è il più grande mollusco bivalve esistente: può raggiungere il metro e mezzo di lunghezza e superare i 300 kg di peso. L’habitat di questo mollusco è limitato all’Oceano Pacifico occidentale, nelle aree della Malesia, dell’Indonesia e dell’Australia (Grande barriera corallina). Vive nelle scogliere fino a 15 m di profondità. Noi a Nosy Be l’abbiamo incontrata a circa 20 metri di profondità. Tridacna Gigas intotheblue.it

All’interno del mantello della tridacna si trovano alghe Zooxantelle in gran numero. Queste alghe, oltre a essere responsabili della grande varietà e vivacità dei colori, vivono in simbiosi con l’animale. Durante il giorno la conchiglia è aperta e la tridacna vive nell’acqua poco profonda per far penetrare più luce. Di queste alghe, moltissime sono trasportate nella zona viscerale e assimilate. Tramite il sifone la tridacna gigante filtra l’acqua nutrendosi così di plancton.

PHOTO GALLERY

Nell’immaginario collettivo e non solo, le barriere coralline rappresentano un mondo sommerso variopinto e altamente ricco in biodiversità. Le caratteristiche uniche dell’habitat che si crea a ridosso dei reefs sono dovute alla presenza dei coralli stessi che offrono riparo e protezione a migliaia di specie di pesci, crostacei, molluschi ed echinodermi.

Sono oltre 4.000 le specie di pesci che abitano le barriere coralline. Le ragioni di questa diversità sono ancora oggetto di approfondimento  degli scienziati. Le barriere coralline sane possono produrre fino a 35 tonnellate di pesce per chilometro quadrato ogni anno e quindi sono una importante risorsa, da non sfruttare in modo eccessivo come sta avvenendo, per l’alimentazione umana in particolare per quei popoli che le abitano; è chiaro barriere danneggiate ne producono molto meno. Tridacna Gigas intotheblue.it

https://it.wikipedia.org/wiki/Tridacna_gigas
Autore: Stefano

Informazioni sull'autore / About the author:
Stefano ha scritto / wrote 77 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 03/02/2017