La Tartaruga Caretta caretta

Share
Rates: 23

La tartaruga comune o tartaruga caretta (Caretta caretta) è la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo. La specie è diffusa in molti mari del mondo ma è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed è ormai al limite dell’estinzione nelle acque territoriali italiane. Sono animali che si sono adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio ed alla presenza di “zampe” trasformate in pinne. Alla nascita è lunga circa 5 cm. La lunghezza di un esemplare adulto è di 80 – 140 cm, con massa variabile tra i 100 ed i 160 kg. La testa è grande, con il rostro molto incurvato. Gli arti sono molto sviluppati, specie gli anteriori, e muniti di due unghie negli individui giovani che si riducono ad una negli adulti.

La Tartaruga marina Caretta caretta - The Loggerhead sea Turtle - intotheblue.it

La Tartaruga marina Caretta caretta – The Loggerhead sea Turtle – intotheblue.it

Ha un carapace di colore rosso marrone, striato di scuro nei giovani esemplari, e un piastrone giallastro, a forma di cuore, spesso con larghe macchie arancioni, dotato di due placche prefrontali ed un becco corneo molto robusto. Lo scudo dorsale del carapace è dotato di cinque coppie di scuti costali; lo scudo frontale singolo porta cinque placche. Ponte laterale fra carapace e piastrone con tre (di rado 4-7) scudi inframarginali a contatto sia con gli scudi marginali che con quelli del piastrone. Gli esemplari giovani spesso mostrano una carena dorsale dentellata che conferisce un aspetto di “dorso a sega”. I maschi si distinguono dalle femmine per la lunga coda che si sviluppa con il raggiungimento della maturità sessuale, che avviene intorno ai 13 anni. Anche le unghie degli arti anteriori nel maschio sono più sviluppate che nella femmina.

La Tartaruga marina Caretta caretta - The Loggerhead sea Turtle - intotheblue.it

La Tartaruga marina Caretta caretta – The Loggerhead sea Turtle – intotheblue.it

Di Caretta caretta,  come della maggior parte delle tartarughe marine, si conosce ancora molto poco. Come tutti i rettili, hanno sangue freddo, il che le porta a prediligere le acque temperate. Respirano aria, essendo dotate di polmoni, ma sono in grado di fare apnee lunghissime. Trascorrono la maggior parte della loro vita in mare profondo, tornando di tanto in tanto in superficie per respirare. In acqua possono raggiungere velocità superiori ai 35 km/h, nuotando agilmente con il caratteristico movimento sincrono degli arti anteriori. Sono animali onnivori: si nutrono di molluschi, crostacei, gasteropodi, echinodermi, pesci e meduse, ma nei loro stomaci è stato trovato di tutto: dalle buste di plastica, probabilmente scambiate per meduse, a tappi ed altri oggetti di plastica, ami scambiati per pesci, reti e fili scambiati per alghe.

La Tartaruga marina Caretta caretta - The Loggerhead sea Turtle - intotheblue.it

La Tartaruga marina Caretta caretta – The Loggerhead sea Turtle – intotheblue.it

La specie, e le sue sottospecie, risiedono di preferenza in acque profonde e tiepide, prossime alle coste, dell’Oceano Atlantico del Mar Mediterraneo e del Mar Nero nonché dell’Oceano Indiano e dell’Oceano Pacifico. Le maggiori concentrazioni di questo animale si trovano in Sud Africa, Florida, Australia, Mozambico e Oman.

(tratto da Wikipedia)

This slideshow requires JavaScript.

 

Informazioni sull'autore / About the author:
Carlo Terreni ha scritto / wrote 21 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 14/03/2021