Oloturia - Holothuria tubulosa

Le Oloturie (Holothuria tubulosa) sono echinodermi appartenenti alla classe Oloturoidi. Sono molto diffuse nel Mar Mediterraneo e vivono nei fondali misti di sabbia e roccia ma anche nei fondali fangosi. Le possiamo trovare da pochi centimetri di profondità sino a profondità importanti. Oloturia Holothuroidea echinodermi echinoderms intotheblue.it

Holothuria tubulosa Oloturia Riproduzione

Holothuria tubulosa Oloturia Riproduzione

Il corpo di forma allungata fa somigliare questo animale ad un “cetriolo”; ad una delle estremità troviamo l’apparato boccale e nell’altra troviamo l’ultima parte dell’intestino cioè la cloaca.

Nella faccia inferiore sono presenti piccoli peduncoli che ne permettono il lento movimento sul fondale.

Le Oloturie si cibano di microorganismi animali e vegetali che catturano ingoiando la sabbia, il fango o i sassolini che trovano sul fondo assorbendone il materiale organico ed espellendo il resto del materiale ingoiato.

Le Oloturie del Mediterraneo hanno una lunghezza che difficilmente supera i 30-35 cm. Cosa particolare la loro capacità di rigenerarsi; infatti se vengono divise in due o tre parti ognuna di esse è in grado di ricomporre l’intero animale con tutte le sue caratteristiche.

Biologia Riproduzione

L’oloturia tubulosa è dioica, con ogni individuo maschio o femmina, ma senza differenze tra loro nell’aspetto esteriore. In uno studio nel Mar Mediterraneo, un evento di generazione di massa è stato osservato nei pomeriggi dei due giorni nell’agosto 2003 che coincidevano con la luna piena. Un gran numero di individui maturi ha contemporaneamente assunto la posizione di riproduzione, sollevando le estremità anteriori e lasciando solo il terzo posteriore del corpo a contatto con il fondo del mare. Oloturia Holothuroidea echinodermi echinoderms intotheblue.it

Reproduction Sea Cucumber intotheblue.it

Reproduction Sea Cucumber intotheblue.it

Ciò solleva i loro orifizi genitali, situati appena sotto la bocca, liberi dal substrato per consentire la massima dispersione dei gameti. Innanzitutto, alcuni individui, ritenuti maschi, emettevano un fluido biancastro che si disperdeva gradualmente nell’acqua circostante. Successivamente, un numero minore di individui, ritenuti femminili, emetteva un fluido più viscoso, forse in risposta al rilascio dei gameti maschili. Ogni rilascio è durato circa 30 minuti. Le condizioni necessarie per la deposizione delle uova sembravano essere una luna piena e una temperatura del mare di circa 25 ° C (77 ° F)

Reproduction Sea Cucumber intotheblue.it

Riproduzione Oloturia intotheblue.it

https://it.wikipedia.org/wiki/Holothuria_tubulosa

La riproduzione dell’ Oloturia

https://www.intotheblue.it/2019/02/11/oloturia-maculata-holothuria-sanctori/

Oloturia del Mediterraneo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *