Un Mare di Plastica…?!

Share
Rates: 4

Questo filmato mostra uno spettacolo che noi subacquei vediamo, ormai quasi sempre, durante le nostre immersioni. Abbiamo voluto pubblicarlo perché l’inquinamento in mare aumenta giorno per giorno ed è compito di tutti occuparsene per cercare di evitarlo o almeno ridurlo in modo notevole. Quello chimico non sempre riusciamo a vederlo, ma l’inquinamento da materiali plastici e delle microplastiche (che somigliano al plancton), oltre a documentarlo, sappiamo che sta diventando un enorme problema non solo per il Mar Mediterraneo ma per i mari di tutto il nostro pianeta. Mare di Plastica microplatic plastic pollution intotheblue.it

Gli animali marini, pesci, cetacei, rettili marini, crostacei ecc. non distinguono i materiali plastici dal plancton o dalle meduse di cui si nutrono e quindi cercano di cibarsene ingoiandoli. Capita spesso che i sacchetti di plastica ingoiati portino alla morte degli animali oppure finiscono nelle loro carni e quindi nella catena alimentare che vede l’uomo al vertice.

La plastica si deforma ma non si rompe per molti anni, e può essere ingerita e accumulata nel corpo e nei tessuti di molti organismi. L’intero ciclo e movimento delle plastiche e microplastiche nell’ambiente non è ancora stato studiato approfonditamente; soprattutto per la difficoltà di analizzare una miscela di svariati tipi di plastica più o meno inerte. Recenti studi hanno dimostrato che l’inquinamento da parte delle microplastiche ha raggiunto la catena alimentare interessando non solo la fauna marina ma anche l’uomo attraverso alimenti come il sale marino, la birra, il miele, ecc.

Greta Thunberg, attivista svedese per lo sviluppo sostenibile sta invitando i giovani di tutto il mondo, ed i governi dei vari Paesi, ad impegnarsi per salvaguardare il futuro del pianeta Terra, cioè della casa di tutti gli esseri viventi che ne fanno parte, e quindi anche del grande ecosistema marino messo in serie difficoltà a causa dell’inquinamento in generale e dell’inquinamento delle plastiche in particolare.

Il sito www.intotheblue.it molte volte ha mostrato video ed immagini sugli effetti che i cambiamenti climatici e l’inquinamento producono nell’ecosistema marino invitando tutti ad occuparcene in modo attivo anche nelle nostre piccole azioni quotidiane. Ormai è chiaro a tutti che le plastiche e le microplastiche entrano nella catena alimentare dei pesci e degli organismi marini e di conseguenza nella catena alimentare anche dell’uomo in quanto consumatore finale; con serie ripercussioni sulla salute e la qualità della vita. Mare di Plastica microplatic plastic pollution intotheblue.it

Informazioni sull'autore / About the author:
Fanino Cirivasi Fanino Cirivasi ha scritto / wrote 140 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 07/12/2018