Mimetismo

Share
Rates: 5

Una delle cose che capita spesso durante un’ immersione è quella di passare davanti ad alcuni pesci e ad alcuni organismi senza vederli. In questo caso è accaduto proprio questo, fortunatamente essendo in coppia e avendo la possibilità di poter rivedere e rallentare il filmato, siamo riusciti a catturare alcune immagini. Mimetismo Mimicry Scorfano rosso Red Scorpionfish intotheblue.it

Mimetismo Mimicry Scorpaena scrofa Scorfano rosso Red Scorpionfish intotheblue.it

Mimetismo Mimicry Scorpaena scrofa Scorfano rosso Red Scorpionfish intotheblue.it

Nel video si vede uno Scorfano rosso, Scorpaena Scrofa, assistere indisturbato al passaggio del primo subacqueo, per poi rifugiarsi nella sua buca al passaggio del secondo.

Lo Scorfano rosso infatti è uno del campioni di mimetismo del Mar Mediterraneo, grazie ai colori della sua livrea ed alle numerose appendici cutanee frastagliate simili ad alghe, questa specie si è evoluta in modo da ingannare prede, predatori e subacquei.

Mimetismo Mimicry

Lo Scorfano Rosso (Scorpaena scrofa Linnaeus, 1758), conosciuto maggiormente come Scorfano rosso, è un pesce della famiglia degli Scorpaenidae.

Distribuzione e habitat
È diffuso nell’Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche, al Marocco, nelle Canarie, nelle Azzorre e nel Mar Mediterraneo.
Vive su fondi duri, rocciosi o a coralligeno, di solito ad una profondità superiore ai 20 m (fino ad oltre 200 m) anche se i giovani possono essere incontrati in acque più basse. Ha una predilezione per le secche scogliose che si elevano da un fondo fangoso, ma lo si trova anche in ambienti di scogliera d’ogni tipo e su fondi mobili costituiti da sabbia, fango e detrito. Il suo habitat è molto vario e le sue abitudini estremamente territoriali, al punto che è possibile immergersi ed osservare gli stessi esemplari per anni nello stesso posto, eletto a dimora e nello stesso tempo ad areale di caccia.

Descrizione
È riconoscibile da tutte le altre Scorpaena per le dimensioni notevoli che raggiunge e per le sue peculiarità corporee, con appendici carnose sul mento, lungo i fianchi e sugli occhi. Per il resto è simile alle altre scorpene, con testa massiccia (forse in proporzione più grande che nei congeneri) spinosa e coperta di appendici cutanee. Il colore è in genere rosso vivo ma può presentarsi anche rosa, bruno o giallo zolfo, variegato di scuro in vari modi e, in genere, con una macchia nera al centro della pinna dorsale. Raggiunge 50 cm di lunghezza e 3/4 kg di peso circa.

Riproduzione
Avviene tra maggio ed agosto.

Biologia
Passa gran parte del tempo fermo immobile in un punto rialzato del fondale attendendo che una preda gli passi davanti. La sua tecnica di cattura della preda è molto rapida ed efficace, e si basa su un repentino scatto in avanti abbinato al proiettarsi in avanti delle grandi fauci in un movimento che non da scampo alla preda stessa.

Pericoli per l’uomo
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Come tutti gli Scorfani, anche lo scorfano nero possiede ghiandole velenifere poste sotto gli aculei delle pinne dorsali e anali. Le punture accidentali (soprattutto a pescatori e sub) sono possibili: in questi casi sopraggiunge un forte dolore, a volte con comparsa di nausea, vomito e shock. Il trattamento sintomatico consiste nell’immergere in acqua calda la ferita, poiché la tossina è termolabile.

https://it.wikipedia.org/wiki/Scorpaena_scrofa

 

This slideshow requires JavaScript.

Informazioni sull'autore / About the author:
Andrea Cirivasi Andrea Cirivasi ha scritto / wrote 153 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 21/08/2020