Incontro con il Pesce Pilota Naucrates ductor

Share
Rates: 6

Durante la fase di decompressione capita spesso di essere visitati da alcune specie di pesci che incuriositi si avvicinano al sub ed alla barca di appoggio. Oggi abbiamo ricevuto la visita del Pesce Pilota Naucrates ductor. Si tratta di un incontro piuttosto raro perchè questa specie di pesce vive in simbiosi con i “grandi del mare” come tartarughe marine, mante, razze ma soprattutto gli squali.

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Capita però che spesso gli esemplari adulti abbandonino il loro ospite per sostituirlo con navi e barche di passaggio dalle quali probabilmente pensano di trarne lo stesso beneficio. In casi ancora più rari si avvicinano al sub in immersione incuriositi dalle bolle e dalle dimensioni del nuovo strano individuo, per seguirlo in decompressione fin sotto la barca.

Nel nostro caso siamo in mare aperto su un fondale di 80 metri di profondità dove il sub durante un’ immersione profonda ha incontrato il nostro pesce pilota che lo ha seguito durante la risalita fin sotto la barca.

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Naucrates ductor, conosciuto comunemente come pesce pilota, è un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia Carangidae, unico esponente del genere Naucrates.

Distribuzione e habitat
Questa specie è diffusa nelle acque costiere dei mari temperati e tropicali di tutto il globo, compreso il mar Mediterraneo.

Descrizione
L’aspetto è quello tipico dei Carangidae pelagici, infatti il corpo è allungato, con testa arrotondata. Le pinne sono forti e muscolose e la coda è bilobata. La livrea è bianco-grigia con larghe fasce nere. I giovani hanno livrea bianco-gialla con strisce brune sfrangiate. Può superare i 50 cm di lunghezza.

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Naucrates ductor Pesce Pilota Pilot fish intotheblue.it

Convivenza con le meduse
Gli esemplari giovani, come quelli di altre specie della famiglia, tendono a ripararsi nell’ombrello delle meduse, convivendo con esse, approfittando della protezione che forniscono loro e forse cibandosi degli avanzi delle loro prede.

Gli esemplari adulti invece sono soliti seguire navi, tartarughe marine, mante, razze ma soprattutto gli squali.
Il rapporto di questo pesce con gli squali viene descritto come quasi simbiotico ed è estremamente raro che uno squalo si cibi di un pesce pilota tanto che si notano spesso piccoli pesci pilota che nuotano nella bocca degli squali per nutrirsi dei residui di cibo rimasti tra i denti, dei parassiti, degli avanzi di cibo e anche degli escrementi degli squali, fornendo in cambio un “servizio” di pulizia.

Predatori
L’unica specie che comporta un pericolo per i pesci pilota è la lampuga.

https://it.wikipedia.org/wiki/Naucrates_ductor

https://en.wikipedia.org/wiki/Pilot_fish

This slideshow requires JavaScript.

Informazioni sull'autore / About the author:
Andrea Cirivasi Andrea Cirivasi ha scritto / wrote 156 articoli / Posts.
Questo articolo è stato scritto il / This article was written on 26/07/2020